Recensione Fotolibro Saal Digital: Libro Fotografico di alta qualità

libro fotografico saal

La fotografia digitale è spesso “prigioniera” del computer e del web: molte, troppe, fotografie rimangono come intrappolate nel digitale e non escono mai dai confini dei nostri computer, tablet e smartphone. Ovviamente questo non implica una mia avversione alla rivoluzione digitale, che reputo epocale, ma voglio invitare a stampare di più e godere dei propri scatti in versione analogica: stampati e pronti ad essere sfogliati. Ci sono diversi supporti su cui poter stampare i propri scatti, uno di questi è il libro fotografico che permette di raggruppare le foto in un bel contenitore, magari con un certo tema di fondo e si presta molto bene sia ad essere riempito con sole foto che con fotografie e testo. Dopo aver raggruppato una serie di scatti a tema “fari” ho deciso che era arrivato il momento di raccogliere i lavori prodotti fino ad ora in un libro fotografico, la scelta del servizio a cui affidare i miei scatti è ricaduta su Saal Digital, un servizio di stampa di cui avevo sentito parlare molto bene ed ho deciso di testare personalmente.

Software per l’impaginazione

Il primo passo è scaricare il software di creazione fotolibri di Saal Digital (circa 7.8 MB su Mac) e iniziare a configurare il proprio libro. Il software permette di scegliere tra template predefiniti  o lasciare spazio alla fantasia, il mio obiettivo era ricercare una semplicità estrema che desse spazio alle foto, quindi ho optato per un classico sfondo bianco e foto molto grandi con una cornice proporzionata. Il software si rivela semplice da usare per chi ha un minimo di dimestichezza con l’utilizzo di software grafici, la curva di apprendimento è molto veloce e si raggiunge facilmente un risultato soddisfacente. Per impaginare un fotolibro di 26 pagine ho impiegato solo qualche giorno (cinque), dedicando solo un po’ di tempo la sera, per un totale di circa 6 ore, e questo tempo comprende anche la scelta degli scatti, il resize, correzioni e sharpening su Photoshop.

Formati e caratteristiche del fotolibro Saal

Il fotolibro che ho scelto è con copertina standard, con codice a barre (molto piccolo e discreto, ma si può anche eliminare pagando una piccola cifra), con finitura lucida e in formato A3 orizzontale con un totale di 26 pagine. Le opzioni disponibili sono molte, compresa la copertina imbottita, la confezione regalo, moltissime finiture e anche una versione con fogli spessi. Tutte le opzioni utilizzano una rilegatura a 180° panoramica che permette di stampare foto su entrambe le pagine senza perdere parte della foto per via della rilegatura centrale.

Fotolibro Saal rilegatura

Foto da Saal Digital

I fotolibri sono disponibili in formato verticale e quadrato in 3 dimensioni e 4 in orizzontale. Potete trovare tutte le informazioni su dimensioni, formati e caratteristiche per personalizzare i libri fotografici Saal direttamente sul loro sito a questa pagina.

Preparare il file per la stampa e soft proofing con profilo ICC

L’azienda mette a disposizione tutti i profili colore (ICC) necessari per fare soft proofing di stampa e quindi verificare la corretta riproduzione delle foto in fase di stampa. Sul Mac, sistema che utilizzo, è necessario raggiungere la cartella profiles a questo indirizzo: Library -> ColorSync. Dopo aver copiato il file .icc scaricato dal link sopra nella cartella profiles potrete utilizzare il proofing con il profilo custom su Photoshop.

recensione fotolibro saal digital

Per effettuare il proofing degli scatti è sufficiente cliccare su custom sotto il menu view -> proof setup e selezionare il profilo ICC scaricato e copiato nella cartella profiles di sistema.

Nel mio workflow, oltre a controllare con il proofing che le foto non abbiano particolari problemi nei colori, aumento leggermente la luminosità della foto (circa 7-10 “punti” sul valore luminosità nella maschera di regolazione luminosità e contrasto di Photoshop) e applico uno sharpening abbondante. Per “abbondante” intendo superiore a quanto di solito utilizzo per il web, i motivi sono molteplici e in parte sono trattati su questo articolo che ho scritto per il blog Saggiamente.

Il libro fotografico Saal Digital – Risultato

Dopo aver creato il template, scelto le foto, preparato i file per il web e inviato l’ordine a Saal non resta che attendere il risultato finale. Ho effettuato l’ordine di domenica pomeriggio, Martedì alle 14:18 il fotolibro era stato già processato, stampato e spedito. L’ho ricevuto Giovedì mattina alle 9:50. Sono sicuramente rimasto soddisfatto dalla gestione dell’ordine, velocità di stampa e rapidità di consegna! Ma alla fine quel che conta è la qualità del prodotto.

libro fotografico saal

Il libro è spedito in un buon imballo ed è arrivato senza problemi, avendo scelto la carta lucida mi aspettavo un libro dai colori molto vivaci anche se ovviamente molto riflettente, i riflessi infatti ci sono e sono molto marcati ma devono essere tenuti in considerazione quando si utilizza una carta lucida per la stampa. I colori, il dettaglio, il contrasto e la resa sono veramente ottimi, superiori alle aspettative. La carta ha un’ottima grammatura e si sfoglia con piacere, si tratta di un fotolibro di alta qualità e sicuramente di livello professionale. L’impaginazione è molto robusta, permette di aprire le pagine facilmente e la finitura, per quanto molto riflettente, è di assoluto pregio.

fotolibro saal

Conclusione

Sicuramente il panorama della stampa fotografica è pieno di molte realtà, Saal Digital entra di diritto tra i professionisti del settore da cui continuerò a servirmi per stampare i miei fotolibri. Il prodotto da me scelto, che ricordo essere un fotolibro A3 orizzontale, di 26 pagine, finitura lucida, è costato 80.90€ comprensivo dei costi di spedizione.

fotolibro saal digital

Alla luce dell’ottimo servizio offerto e della qualità risultante posso affermare che si tratta di un buon rapporto qualità prezzo, è sicuramente una scelta azzeccata per chi vuole valorizzare i propri scatti. Il mio voto totale, quindi, non può che essere 5 stelle su 5.